RELE'  FUSIBILE





Introduzione

I progetti mostrati in queste pagine sono dei circuiti di protezione che permettono di interrompere la alimentazione al carico quando viene superata una soglia di corrente o si verifica una condizione di corto nel carico ovvero si comportano come dei fusibili elettronici. Entrambi i circuiti  1 e 2 sono basati su un relč di tipo SPDT da cui il nome di relč fusibili. Inoltre hanno la caratteristica di essere ripristinabili tramite la pressione di un pulsante.

Descrizione del circuito Rele Fusibile 1

Il circuito relč fusibile 1 di figura 1 e' molto semplice ed č basato su un relč, due transistor, quattro resistori di cui uno di potenza, due diodi e un capacitore. Per misurare la corrente che assorbe il circuito alimentato dal relč fusibile tramite il terminale VOUT  si utilizza la caduta di tensione che questa corrente genera sul resistore di sensing R1. Questa tensione e' utilizzata per accende il transistore T1 di tipo PNP. In condizioni normali di funzionamento il terminale di uscita VOUT e' alimentato in quanto collegato al terminale NC normalmente chiuso del relč RL1 che e' non eccitato. Quando la corrente assorbita genera una tensione su R1 sufficiente per accendere T1 la base del transistor T2, di tipo NPN, e' polarizzata tramite R2 accendendo il relč RL1. In queste condizioni il nodo VOUT non e' piů alimentato in quanto collegato al contatto normalmente chiuso che si apre in virtů del fatto che il relč e' eccitato. Il terminale NO in questa condizione e' messo in collegamento con la tensione di ingresso polarizzando di conseguenza la base di T2 tramite il resistore R4. Questo garantisce la eccitazione del relč RL1 in maniera permanente fino a che non si preme il tasto SW1 ( normalmente aperto) che spegne il transistor T2 e di conseguenza il RL1 alimentando nuovamente il circuito collegato a VOUT.

rele fusibile

Fig.1: schema elettrico del relč fusibile 1


 Dimensionamento della resistenza di sensing R1

Per definire il valore di corrente Ifuse oltre il quale il relč fusibile si attiva bisogna definire il valore del resistore R1:

R1= 0.55 / Ifuse

Inoltre bisogna definire anche il valore della potenza di R1

PR1 =  1.5 x R1x (Ifuse) ^2 

 Il fattore 1.5 e' inserito per dimensionare la potenza del resistore con un margine di sicurezza.

Facendo riferimento allo schema di figura 2 avendo usato un resistore di 0.22 ohm la  corrente di  fuse č pari a:

Ifuse= 0.55/0.22 = 2.5A

PR1= 1.5* 0.22 *0.25^2 = 2.0W circa