PROTOCOLLO DI COMUNICAZIONE  IR



 

INTRODUZIONE

I protocolli adottati nel comunicazione ad raggi infrarossi noti con il nome di IR (InfraRed) sono l’oggetto di questo tutorial. In particolare saranno trattati due protocolli piu’ diffusi e documentati: RC5 della Philips e il SIRC della Sony.

Per il controllo remoto dei vari apparati elettrici ed elettronici (Televisori, radio, stereo, ecc) si utilizzano trasmettitori e ricevitori a infrarossi. L’utilizzo dello spettro infrarosso garantisce una comunicazione meno rumorosa rispetto ad altri spettri utilizzabili come la luce visibile. Questo, assieme alla semplicità di realizzazione, rendono la comunicazione infrarossi ideale per realizzare una comunicazione affidabile e poco costosa.
Per creare un collegamento di controllo IR (Infra Red), necessita avere un trasmettitore, un ricevitore e un protocollo che regoli il modo di comunicare tra di loro senza errori. Il trasmettitore attraverso un LED a infrarossi, invia impulsi al ricevitore. In figura 1 e’ riportato un treno di impulsi di tensione inviati al diodo LED trasmettitore. Questi impulsi sono realizzati modulando una portante mediante un segnale a bassa frequenza (detta frequenza di bit) secondo il protocollo adottato nella comunicazione.


La modulazione e’ adottata per migliorare il rapporto segnale-rumore (SNR) all’ingresso del ricevitore. La luce infrarossa viaggiando attraverso l'aria arriva al ricevitore e qui e’ rilevata da un particolare dispositivo che la traduce in tensione. Questo dispositivo e’ il ben noto foto-diodo. Il fotodiodo è spesso contenuto in un modulo completo che amplifica e demodula il segnale in ingresso al fotodiodo fornendo in uscita un segnale logico, da cui ricavare le informazione trasmesse dal trasmettitore.

Modulazione della portante nella comunicazione IR

Fig. 1 - Modulazione della portante nella comunicazione IR