728

ELEMENTI DI RADIOTRASMISSIONE



 

Lo studio dei sistemi elettronici di radiotrasmissione prende le mosse dall'interpretazione e dalla conoscenza dei vari metodi di modulazione delle onde radio ad alta frequenza. Vengono quindi esaminati, in queste pagine, i vari fenomeni di trasformazione dei segnali attraverso i circuiti di un normale apparato trasmittente, con particolare riguardo ai processi di oscillazione, modulazione e amplificazione.

Le onde radio, da sole, non sono in grado di trasportare alcuna informazione utile, come ad esempio il suono, la parola o segnali codificati. E' necessario infatti che l'informazione utile, che si vuol trasmettere attraverso lo spazio, fra un punto e l'altro, venga in qualche modo accoppiata alle onde radio, in modo che anch'essa possa venir trasportata attraverso l'etere. Questo sta alla base della radio trasmissione.

SCHEMA A BLOCCHI

L' intero processo di radiotrasmissione, per semplicità di analisi, può essere sintetizzato nello schema a blocchi riportato in figura 1.

schema a blocchi di un trasmettitore 

Fig. 2 - schema a blocchi di un trasmettitore 

Lo schema a blocchi di figura 1 consente di analizzare l'intero processo di trasmissione radio a partire dal microfono, che costituisce l'entrata del sistema, fino all'antenna, che rappresenta l' uscita del trasmettitore. I  quattro blocchi fondamentali dello schema riportato in figura 1 sono:

1° - Amplificatore BF

2° - Oscillatore RF

3° - Modulatore

4° - Amplificatore finale

Cominciamo quindi con l'interpretare il primo blocco dello schema di figura 1, che si identifica con un gruppo funzionale elettronico di notevole importanza, ossia l'amplificatore di bassa frequenza.