Il motore trifase delle lavatrici





INTRODUZIONE

L'argomento di questo tutorial e' il  motore della lavatrice nella sua versione trifase. Nel tutorial MCA30/64 abbiamo parlato del motore di lavatrice nella sua versione di motore universale o di motore a spazzole. In particolare abbiamo preso in considerazione il modello MCA 30/64 della CE.SE.T In questo tutorial ci focalizzeremo sul motore di lavatrice trifase della NIDEC  sigla 20585.108.  Oltre alla descrizione del motore affronteremo anche l'argomento su come pilotare questo motore.

Nella foto e' riportato  il motore oggetto del tutorial.

motore trifase lavatrice

Fig1: ll motore trifase NIDEC 20585.108

Vantaggi del motore trifase nelle lavatrici

L'evoluzione tecnologica in campo elettronico inerente al controllo motore ha portato ad un utilizzo massiccio dei motori trifase anche per elettrodomestici di media potenza come le lavatrici. Inizialmente il motore universale la faceva da padrone in tutte le lavartici e asciugatrici per la sua semplicitÓ e notevole diffusione che lo rendevano  abbastanza economico. Pensare di usare un motore trifase per una lavatrice faceva storcere il naso a tutti gli esperti che confinavano questi motori ad applicazioni industriali con potenze di qualche kW in su.  Inoltre il motore trifase, nato per applicazioni industriali, lavorava con una alimentazione trifase con tensione nominale di 380Vac. Per cui era impensabile alimentarli con la rete domestica monofase da 220Vac. Certo l'utilizzo dei motori universali in elettrodomestici di media potenza, facilmente controllabili elettronicamente, andava incontro a problemi meccanici e  di consumo come per esempio l'usura delle spazzole e del collettore su cui queste poggiano.

Il crescere dei livelli di integrazione in ambito microelettronico  e l'uso sempre pi¨ massiccio dei microcontrollori ha permesso la realizzazione a basso costo di circuiti in grado di generare delle sinusoidi partendo dalla tensione continua ovvero dei convertitori  DC AC  chiamati inverter ( per questi motori trifase di motori di lavatrici sono detti anche "motori inverter"). Questi circuiti partendo dalla tensione continua, ottenuta dalla rettificazione della tensione di rete, possono generare le tre sinusoidi, sfasate tra loro di 120,░ emulando una alimentazione trifase con cui alimentare il motore trifase.

Partendo da questa possibilitÓ di realizzare questi circuiti inverter in piccole dimensioni e con alti livelli di efficienza si e' progressivamente passati dal motore universale al motore trifase senza cambiare dal punto di vista meccanico e strutturale la lavatrice ma con tutti vantaggi elettrici e meccanici che ne conseguono. Infatti, essendo il motore trifase un motore ad induzione, non soffre dei problemi meccanici e di usura del motore universale. Dal punto di vista del controllo elettronico cambia la filosofia. Si possono sfruttare tutte le tecniche sviluppate per il controllo del motore trifase in ambito industriale  adattate  al motore di lavatrice che ha un potenza di circa 700-1000W con frequenze di lavoro di circa 300Hz e di tensione di fase di circa 200V ( vedi tecniche V/F, FOC, DTC). Non trascurabile e' anche il fatto che il motore trifase per sua costituzione permette il cambio del verso di rotazione facilmente senza aggiungere hardware cosa che per un motore universale richiede un circuito a relŔ apposito.


DATI DI TARGA

Come per ogni motore la prima cosa da guardare e' la sua targhetta che identifica il motore e le sue principali caratteristiche  elettriche. Nella foto riportiamo la targhetta del motore oggetto del nostro tutorial


motore lavatrice trifase

Fig.2: targa del motore NIDEC 20585.108

Vediamo di capire il significato delle informazioni riportate nella targhetta.


Marca
Nidec
Tipo /Modello
20585.108
Tensione di lavoro
195V
Frequenza di lavoro @195V 310Hz
Velocita di rotazione @195V - 310Hz 17500 rpm
Classe di isolamento
F 155░C



Non sono forniti informazioni circa l'assorbimento o la potenza del motore ma la potenza dovrebbe essere sui 800W